Povlja

Povlja si trova 10 km a est da Sumartin, nella parte settentrionale dell'isola di Brac. Il nome Povlja deriva dall'aggetivo latino 'paulia' (vallis) o dal podere del romano, Paulianus.

Nel fondo della baia di Povlja si possono ancora trovare i resti del complesso di villeggiatura di epoca romana (nell'interno del cortile della famiglia Vrsalovic-Blazevic). L'odierna chiesa di san Giovanni Battista è stata formata sulle rovine della basilica paleocristiana a tre navate (V secolo). L'altare principale della chiesa è realizzato sopra il battistero formato da una vasca cruciforme a resti di antichi affreschi. Nel medioevo nella basilica si trovava la tomba di San Giovanni di Povlja, il cui corpo è stato rapito dai veneziani e custodito come trofeo particolare nella chiesa di San Giovanni Elemosinario al Rialto (dove erano esposte anche le mani di San Giovanni di Trogir, portato via dalla cattedrala traurina distrutta nel 1171).

Il monastero benedittino è stato fondato allo stesso posto nella metà dell’ XI secolo. Nel 1184 è stato rinnovato dopo esser devastato in un attacco veneziano nel 1145. Il maestro Radonja, primo scalpellino conosciuto sotto un nome croato, è nominato sulla scritta dell’architrave della chiesa ben conservata. Questa scritta è composta dei versi croati più antichi. La lista delle abbazie trascritta il 1 dicembre nel 1250 nel documento di Povlja il quale è custodito nell’ufficcio parrocchiale di Pucisca, risale al 1184 e rappresenta un monumento storico e linguistico di prima qualità.

isola di brac - spiaggia di povlja Povlja è circondata da numerose insenature (Travna, Smokvica, Ticja luka, Tatinja, Luke) con diverse spiagge, e nello stesso golfo si trova il porto. La tranquillità del villaggio lo rende un posto ideale per una vacanza familiare rilassante.

Nel 2003 Povlja è stata proclamata il più bel luogo turistico dalla comunità turistica della regione spalatino-dalmata. Povlja offre un po’ di tutto, da numerose baie, lunghe passeggiate e bellezze culturali, famose specialità dalmatiche, frutti di mare, buono vino fino ai divertimenti notturni indimenticabili in numerosi bar, pizzerie e ristoranti.

La scuola di nuoto sott’acqua, nolleggio di gondole, di barche a vela, di scooter e di barche per le gite di tutto il giorno, e alla fine i terreni di calcio renderà contenti anche quelli più schizzinosi.

VIAGGIO A BRAC - CONSIGLI PER VIAGGI

Ecco alcuni utili consigli per viaggi alla isola di Brac (Brazza) in Croazia. Il modo più semplice per raggiungere Brac dipende dalle modalità di viaggio e della direzione di arrivo.

Se viaggiate in auto, in autobus o in treno, dovete raggiungere Split o Makarska in Dalmazia centrale, da dove si può proseguire con il traghetto.
I traghetti navigano da Split (Spalato) a Supetar (trasportano le macchine), Bol (catamarano), e a Milna (catamarano). Dal Makarska naviga un traghetto che trasporta anche le macchine a Sumartin sulla isola di Brac.

I traghetti sulle linee Split - Supetar e Makarska - Sumartin (l'isola di Brac) navigano ogni giorno, così come catamarani (hydrobus) sulla linea Split - Bol - Jelsa e Split - Milna - Hvar.

Info: www.jadrolinija.hr

Se viaggiate con l'aereo, i più vicini aeroporti internazionali sono questi a Split e Dubrovnik, da dove è possibile prendere il autobus, taxi o rent-a-car per continuare fino al porto del traghetto a Split o Makarska.

Non importa come si raggiunge l'isola, sarà senza dubbio una vera esperienza il viaggio via mare. Quando vedete l'isola di Brac ed iniziate a gustare le sue bellezze, saprete che il viaggio valeva la pena.